Dal contract manager al business plan

“Fin dall’inizio della nostra attività di consulenza rivolta prevalentemente alle Piccole e Medie Imprese, abbiamo compreso appieno che molte realtà pubbliche o private, hanno sempre più bisogno di competenze specialistiche e qualificate. Il Manager Temporaneo oltre ad essere una persona fisica è uno strumento complesso ma al contempo efficace, che ci consente di restare a fianco dell’imprenditore sia nei momenti di grande criticità e sofferenza ma anche nello sviluppo delle sue idee imprenditoriali.

La mia personale attenzione a questa seconda aspettativa del nostro lavoro, trovo sia la più ricca di soddisfazioni. Condividere il successo è sempre una grande emozione.”

Dal Contract Manager al Business Planning

Affiancare l’imprenditore non è semplice, ma essenziale ai fini della piena comprensione della formula che lo porterà al successo:

La parte più difficile da affrontare è quella di osservare e migliorare l’anima critica e professionale dell’imprenditore.
La seconda invece, molto più formale è la redazione di un documento tecnico in cui si necessita di un affiancamento grazie al quale si procede alla costruzione del vero impianto. Si tratta dei principali adempimenti dell’attività, quali possono essere: giuridici, economico-finanziari, commerciali e/o di struttura, l’individuazione delle location produttive, proprie o terziarizzate, selezione delle risorse gestionali e del sistema informativo, ecc.. Affiancare al novello imprenditore un manager di esperienza che, una volta terminato lo start up, lasci la gestione alla struttura che ha appena creato, costituisce un grande vantaggio.

Cosa si può chiedere a un Contract Manager in questi casi?

Diverse sono le modalità di assistenza.
Il nostro modello di Contract Manager si differenzia non solo per le aree di intervento in cui abbiamo consolidato una formidabile esperienza e prodotto risultati molto apprezzati dai nostri clienti, ma soprattutto nel saper declinare specifici strumenti “non invasivi” alle più impellenti esigenze dell’aziendache possono avere una durata dai 6 ai 12 mesi.

Sviluppo Manageriale

Il Programma di Sviluppo Manageriale Intensivo (SM) favorisce la sedimentazione delle competenze necessarie a stimolare e approfondire quattro macro temi di approfondimento e auto-valutazione. Questo ci aiuterà a proporre soluzioni ben definite nell’acquisizione del ruolo e responsabilizzazione dei compiti da svolgere nelle seguenti aree: Amministrazione, Finanza e Controllo (AFC), Direzione Generale, Direzione Marketing o Acquisti.

I quattro temi interfunzionali per una corretta auto-valutazione:

1° PRODUTTIVITA'

Si affronteranno i fondamentali della Corporate Governance con un approccio orientato a valorizzare le scelte concrete che portano ad un miglioramento della produttività aziendale: dalle leve di analisi del bilancio e dei flussi di cassa, alle scelte di configurazione della supply chain, allo sviluppo delle modalità organizzative aziendali.

2° COMPETIVITA'

Sono valorizzate le leve per migliorare la competitività aziendale, a partire dai processi di analisi delle dinamiche del business, dalle leve di marketing e creazione di valore per il cliente, alle modalità con cui affrontare negoziazioni efficaci e gestire persone.

3° VALORE

Si costruisce una piena consapevolezza sui processi di creazione del valore, sulla misurazione delle performance aziendali e sulle possibilità di costruire una valorizzazione delle sinergie tra aree di business.

4° CRESCITA

La gestione del cambiamento e i processi di sviluppo, attraverso simulazioni della gestione del cambiamento strategico e organizzativo.
Solo dopo aver incorniciato questi quattro moduli di lavoro, si definisce l’area di intervento programmatica per i prossimi 4,6,12 mesi di missione in azienda.

Quando si pensa al contract management si dovrebbe pensare non solo alle emergenze oppure vuoti da colmare con un professionista temporaneo che si occupa della gestione delle massime criticità aziendali, ma bensì dovrebbe dare priorità assoluta alla: Fiducia tra Contract Manager e Imprenditore.
Le nostre coperture avvengono con maggiore frequenza nelle seguenti funzioni:

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

 DIREZIONE GENERALE

 DIREZIONE MARKETING E ACQUISTI

Competenza e qualità

Per poter fare questo abbiamo creato un approccio di valutazione e misurazione aziendaleche richiede una giornata di lavoro a contatto con la direzione aziendale per modulare la proposta di collaborazione.

La ricerca della soluzione è veloce e la qualità è garantita.

PASSAGGI GENERAZIONALI – FAMILY BUSINESS MANAGEMENT

Come si affronta il problema e perché diventa importante una figura come il Contract Manager?

Quando la situazione familiare non è chiara, quando all’interno dell’azienda sono presenti diversi membri di diverse generazioni, quando non si è ancora fatta la scelta del leader del futuro, quando il genitore di prima o seconda generazione non ha ancora deciso di preparare il passaggio generazionale, quando l’azienda va ancora bene e non è entrata nella spirale perdite-debiti, quando è ancora possibile intervenire per salvare il patrimonio e dare continuità all’azienda di famiglia.

E come intervenire?
Inserendo all’interno dell’azienda un direttore generale di Contract Manager s.r.l., che faccia da ponte tra le generazioni e che gestisca l’azienda verso la transizione manageriale, formando il figlio designato e strutturando managerialmente la società.

La durata del supporto è compresa tra i 6 e i 18 mesi.

CRISI AZIENDALE
come prevenirla prima che sia troppo tardi

Come capire se è il caso di proseguire un’attività che merita ancora fiducia o invece chiudere al più presto? In primis è necessaria un’analisi accurata degli aspetti su cui è possibile intervenire. Utilizzando specifici modelli applicati allo stato di crisi aziendale, da qui si individuano i punti di forza da cui si dovrebbe partire per risollevare l’impresa e i punti di debolezza da superare per ricondurre l’azienda in una situazione di equilibrio economico e finanziario.
Le aziende interessate devono essere valutate partendo da un’accurata relazione economico-patrimoniale grazie ad un’analisi dei bilancio e riposizionamento per indici grazie ai quali si possono individuare le migliori strategie in grado di capire se l’impasse è superabile oppure seguire altri percorsi che spesso sfociano nel Legislatore e le procedure concorsuali. Per evitare quest’ultima spiacevole situazione esiste una terza possibilità, quella del Contract Manager. Gli interventi di ristrutturazione mediante il complesso programma che il Contract Manager proporrà alla compagine societaria, permettono di non perdere il controllo della società e di intervenire invertendo la situazione attraverso l’intervento radicale nelle aree che generano risultati negativi.

Opzione Risanamento

Se dall’analisi dei dati si ritiene di poter uscire dalla crisi si porranno in atto azioni di turnaround, attraverso l’elaborazione di un piano di risanamento e di ristrutturazione dell’azienda in crisi che si sviluppa in due momenti: il primo volto a porre termine alle cause, ove possibile, che hanno portato alla crisi dell’azienda, il secondo teso al perseguimento di un piano di recupero della redditività.

Se nulla di buono esiste, non rimane che seguire le procedure concorsuali fino al fallimento ultimo della società, che ovviamente non è mai la soluzione desiderata.
Gli interventi in quest’area mediamente hanno una durata di 1/2 anni.

image001
image002